Peer education

Educazione tra pari per i ragazzi della scuola secondaria di secondo grado | sedi territoriali di Ostiglia e Suzzara

IL PROGETTO
In accordo con le linee guida regionali che riguardano la prevenzione delle diverse forme di dipendenza e comportamenti a rischio nella popolazione preadolescenziale e adolescenziale, prevede l’intervento all’interno di gruppi formali di adolescenti utilizzando come modello l’educazione tra pari.
Tale metodologia coinvolge a diverso livello gli adolescenti quali attori delle scelte strategiche e operative dei percorsi di promozione alla salute.

TEMPI DI REALIZZAZIONE
Il progetto è biennale e prevede due incontri mensili di due ore ciascuno.

Nel primo anno l’obiettivo principale è quello di lanciare la proposta a tutti i ragazzi del terzo anno attraverso un incontro di due ore durante il quale i vecchi peer presentano ai ragazzi il percorso progettuale.
Inoltre sono previste:
• autoselezione degli educatori tra pari;
costituzione e formazione del gruppo degli educatori tra pari;
• progettazione e realizzazione di azioni, interventi e strumenti a cura dei peer educator.

Nel secondo anno il progetto si propone di:
• lanciare a tutta la scuola delle iniziative create dagli educatori tra pari (attraverso laboratori gestiti nelle assemblee di istituto);
• realizzare delle iniziative in diverse classi a seconda delle tematiche affrontate e la loro valutazione;
• effettuare un passaggio di esperienza e di conoscenze tra diversi istituti.

FINALITÀ
• promuovere la salute all’interno del sistema dei pari, attraverso l’esercizio di potenzialità, risorse e competenze dei ragazzi stessi (life skills) ed in modo particolare:
  a) attenuare la percezione della desiderabilità sociale del comportamento rischioso;
  b) promuovere autonomia e assunzione di responsabilità;
  c) migliorare la capacità di lavorare in gruppo;
  d) promuovere modalità diverse di lavoro.
• fornire alla scuola strumenti di intervento validati e coerenti con i principi della rete delle scuole che promuovono salute.

REFERENTE
Simona Covizzi - Servizio Dipendenze | 0376 435926




Pagina aggiornata al: 06 settembre 2018