SERVIZIO RELIGIOSO

$viaIndirizzoStruttura.getData()

Descrizione:


Responsabile del coordinamento: don Stefano Menegollo
Cappellano: don Franco Bettoni
Collaboratori: diacono Aler Asinari, suor Chiara Dobelli, suor Rachele Alberti, suor Brunella Bonfandini, Alberta De Flora, Alberta Gavioli, Alessandra Ollago, Aldo Chizzolini, Carla Filippini, Maurizio Tedoli e Monica Volta


La cappellania, costituita presso l'Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Mantova, è formata da un gruppo di operatori pastorali che, a nome della Diocesi di Mantova, assicurano l'assistenza spirituale e religiosa ai malati, ai loro familiari ed agli operatori sanitari. È composta da due sacerdoti, un diacono, tre suore e sette laici impegnati a prestare il loro servizio nei reparti dell'ospedale.


Il servizio pastorale nasce dall'esigenza della Chiesa mantovana di essere accanto a coloro che vivono l'angoscia, la solitudine, la sofferenza e a coloro che, prestando un servizio accanto al malato, a volte, hanno bisogno di sostegno e consiglio.
Gli operatori pastorali svolgono la loro attività in nome del Vescovo, in accordo con la Direzione Generale dell'azienda che assicura la presenza religiosa all'interno delle strutture sanitarie così come prevede l'art. 38 L. 883 del 23 dicembre 1978.

Il ministero pastorale garantisce:

  • la celebrazione della Santa Messa - domenica ore 09.30 Chiesa San Camillo e ore 17.00 Cappella San Padre Pio (blocco D);
  • la visita agli ammalati da parte degli operatori pastorali
  • se richiesta, la celebrazione dei sacramenti - comunione eucaristica, confessione, unzione degli infermi;
  • l' Adorazione Eucaristica - primo venerdì del mese dalle 20.30 alle 21.15 presso la Cappella San Padre Pio.

Questa preghiera, è animata a turno dai gruppi laicali presenti sul territorio. Con essa la comunità ecclesiale vuole essere vicina ai sofferenti. La partecipazione è estesa agli operatori sanitari.

Telefono:

Email:

SERVIZIO RELIGIOSO

Don Franco Bettoni

3298543906

Segreteria Cappellania

3358394755

oppure

rivolgersi agli operatori sanitari che inoltreranno la richiesta