Oculistica, pazienti operati in diretta al Poma

Pazienti affetti da pterigio operati in diretta da alcuni dei migliori chirurghi italiani. Gli interventi, eseguiti con tecniche diverse nella Struttura Complessa di Oculistica del Poma, diretta da Giuseppe Sciuto, saranno trasmessi in audio video conferenza con la Sala Riunioni della Direzione Strategica sabato dalle 7.30 in poi. Il programma dell’evento, dal titolo ‘Lo pterigio ieri e oggi’ è pubblicato su questo sito nella sezione eventi.

Lo pterigio è una piccola pellicina, di forma triangolare, che dalla congiuntiva bulbare cresce verso la cornea (trasparente) provocando un’infiltrazione superficiale ed un conseguente decadimento della qualità visiva. Se lo pterigio è piccolo i danni sulla cornea sono modesti. Nelle forme iniziali è opportuno sottoporsi a controlli oculistici periodici. Nelle forme avanzate il quadro diventa più preoccupante e la scelta terapeutica adeguata dovrà essere discussa con il proprio oculista di fiducia.

Si riconoscono diversi fattori di rischio: esposizione alla luce solare, esposizione continua a fonti irraggianti (soffiatori di vetro) il tutto associato alla polvere e ai fattori irritanti in genere. La probabilità di essere affetti da tale patologia aumenta con l’età. Ad oggi non esiste una terapia medica efficace e la condotta da seguire consiste nell’effettuare controlli periodici dall’oculista intervenendo chirurgicamente qualora la vista diminuisca o vi siano importanti sintomi legati all’infiammazione continua (sensazione di corpo estraneo, sabbia, arrossamento etc.). La difficoltà maggiore legata allo pterigio sono le recidive (lo pterigio si riforma dopo rimozione chirurgica) che possono arrivare sino al 90 per cento (su 10 pazienti operati in 9 si riformerà lo pterigio) se sono presenti particolari fattori di rischio. Per tale motivo vi sono diverse tecniche chirurgiche per questa patologia che nel tempo colpisce un numero sempre maggiore di pazienti.



Pagina aggiornata al: 16 Maggio 2012