Innovazione in Radiologia, la coronarografia si esegue con una tac

Prestazioni all’avanguardia e tempi d’attesa ridotti. La struttura di Radiologia, diretta da Pier Luigi Pavan, può contare su una nuova Tac 64 strati, in funzione dal 16 marzo. Si tratta di un’apparecchiatura tencologicamente avanzata che offre diversi vantaggi in ambito vascolare e cardiaco, fornendo informazioni dettagliatissime con un tempo di esecuzione di 5 secondi e consentendo di effettuare tra i 5 e gli 8mila esami all’anno. I tempi d’attesa vengono migliorati per i pazienti esterni e ridotti a un giorno per gli interni. La Tac in questione permette, ad esempio, di eseguire la coronarografia - solo in alcuni casi opportunamente selezionati dai professionisti - evitando l’invasività dell’esame tradizionale. La nuova strumentazione va a sostituire una Tac dismessa e si aggiunge a una seconda Tac 16 strati acquistata di recente. La spesa sostenuta è di 751.110 euro, totalmente finanziati dalla Regione Lombardia.

Sempre nell’ottica dell’innovazione tecnologica, la settimana scorsa sono stati presentate altre strumentazioni che contribuiranno a rispondere in modo sempre più adeguato alla domanda di salute dei cittadini: la macchina per l’assistenza cuore-polmone destinata alla Cardiochirurgia, un’apparecchiatura per la radioscopia in uso nella struttura di Ortopedia e il sistema per l’analisi del movimento utilizzato dalla struttura di Riabilitazione Neuromotoria di Bozzolo.



Pagina aggiornata al: 30 Marzo 2010