Il progetto "Rosaspina" sulle ali colorate della farfalla

Sabato 8 maggio avrà luogo l’ultima tappa dell’ideazione del progetto “Rosaspina” che vede coinvolti Segni d’infanzia, ABEO, Associazione Bambino Emopatico Oncologico, l’Azienda Ospedaliera Carlo Poma e le associazioni ABIO (Associazione per il Bambino In Ospedale – Mantova), AAGD Associazione per l’aiuto ai giovani con il diabete, Associazione Alessandro Dotti “Insieme per la Vita”, Genitorinsieme – Curtatone e AIC Associazione Italiana Celiachia per strutturare i contenuti e le azioni che daranno vita all’ABEOBOLLA (la zona posta al secondo piano del nuovo reparto di Pediatria a Mantova attualmente in costruzione) partendo dall’analisi delle problematiche e delle potenzialità concrete.
Alle ore 16.00, nel cortile dell’Azienda Ospedaliera Carlo Poma accanto al reparto di Pediatria, avrà luogo un laboratorio artistico a cura di Segni d’infanzia, durante il quale i bambini potranno colorare grandi teli adibiti a scenografia.

Il laboratorio è aperto a tutti i bambini, per coinvolgere nel progetto tutta la cittadinanza sensibilizzandola sul tema.
La scelta del luogo è molto significativa: si vuole infatti creare un legame tra l’ospedale e la città proponendo un punto d’incontro e scambio, proprio come nelle intenzione dello spazio dell’ABEOBOLLA in cui i bambini in degenza potranno giocare, andare a scuola, incontrare gli amici e la famiglia. Anche i bambini in degenza che possono lasciare la loro stanza parteciperanno al laboratorio, mentre gli altri potranno comunque affacciarsi alle finestre e condividere parte dell’esperienza guardando dall’alto i teli che via via saranno colorati. Protagonista del laboratorio sarà la Farfalla, animale simbolo della V edizione di Segni d’infanzia che trasmetterà ai bambini la delicatezza, l’armonia e la leggerezza che la contraddistinguono. Inoltre la farfalla porta con sé il significato profondo di una trasformazione migliorativa e si inserisce perfettamente nelle intenzioni dell’ideazione del progetto “Rosaspina” che auspica di trasformare la malattia, vissuta spesso dai bambini e dalle loro famiglie come un momento di rottura e difficoltà in un’occasione di crescita e trasformazione positiva.
 

Segni d’infanzia partecipa a questo progetto di alta qualità rivolto all’infanzia, facendosi cassa di risonanza delle iniziative legate all’ABEOBOLLA e arricchendole con i linguaggi che lo caratterizzano. Segni d’infanzia si conferma così sempre più un festival lungo un anno che si occupa del benessere dei bambini a 360°. Il festival veicola infatti l’idea di una cultura non astratta ed esclusivamente teorica ma intesa come un modus vivendi costituito da azioni concrete compiute ogni giorno che portano a un maggiore benessere nella vita dei bambini sotto ogni punto di vista.

 


Per ulteriori informazioni:
Segni d’infanzia – 0376.221705
www.segnidinfanzia.org - stampa@segnidinfanzia.org
 



Pagina aggiornata al: 05 Maggio 2010