IL DOLORE DA CURARE, CONFRONTO TRA ESPERTI E CITTADINI

Incontro a Palazzo Plenipotenziario per diffondere la cultura del sollievo

fotoMANTOVA, 23 MAGGIO 2011 - Anche quest’anno si è svolta la Giornata Nazionale del Sollievo, manifestazione contro il dolore promossa dal Ministero della Salute, ormai giunta alla sua decima edizione. In questa cornice, il Comitato Ospedale Senza Dolore dell’Azienda Ospedaliera Carlo Poma in collaborazione con Cittadinanzattiva – Tribunale per i diritti del Malato ha organizzato l’incontro Il dolore da curare con lo scopo di informare e sensibilizzare la cittadinanza e gli operatori sanitari circa il tema del dolore, testimoniando la vicinanza e solidarietà nei riguardi di coloro che stanno soffrendo. Un incontro nato dall’unanime intento di Azienda Ospedaliera, pubbliche amministrazioni, ordini professionali, e associazioni di volontariato per promuovere la diffusione della cultura del sollievo sia nelle strutture ospedaliere che sul territorio.

L’iniziativa si è tenuta sabato mattina, nella sala conferenze del Palazzo Plenipotenziario. Una mattinata di confronto che ha avuto l’intento di affermare la centralità dell’individuo sofferente e l’importanza di non soffrire inutilmente perché “il sollievo non è solo desiderabile ma possibile”. Combattere il dolore con tutti i mezzi che la medicina dispone è un diritto di chi soffre. Un messaggio a più voci, quello di considerare la persona che vive l’esperienza di malattia nella sua piena individualità ed unicità ponendo l’accento sull’eterogenea complessità dei suoi bisogni non solo fisici ma anche psichici, sociali e spirituali per migliorare la sua qualità di vita e quella dei suoi familiari. Per attenuare infatti questo dolore globale e ottenere il sollievo non si possono limitare le cure al solo trattamento farmacologico ma è essenziale la relazione. A conclusione della mattinata, la toccante testimonianza di un paziente che sta vivendo con coraggio l’esperienza della malattia.

Hanno partecipato all’incontro: Marco Collini, presidente Ordine dei Medici di Mantova; Riccardo Malaspina, presidente Cosd e direttore di Struttura Semplice Terapia del Dolore Azienda Ospedaliera Carlo Poma; Marco Germiniasi, presidente Commissione Istruzione e Formazione Comune di Mantova; Mentore Carra, Coordinatore Associazione Cittadinanzattiva e Tribunale per i Diritti del Malato; Fabio Pajolafoto, direttore Medico di Presidio di Mantova Azienda Ospedaliera Carlo Poma; Enrico Aitini, direttore Struttura Complessa Oncologia Azienda Ospedaliera Carlo Poma; Attilio Anserini, presidente Iom; Elena Politano, dirigente Medico Dipartimento Pac Asl di Mantova; Andrea Guandalini, Presidente Ipasvi di Mantova; Luciano Orsi, direttore di Struttura Complessa Cure Palliative Azienda Ospedaliera Carlo Poma; Barbara Speziali, coordinatore infermieristico Assistenza Domiciliare Struttura Complessa Cure Palliative Azienda Ospedaliera Carlo Poma; Paola Aleotti, psicologa Struttura Complessa Cure Palliative Azienda Ospedaliera Carlo Poma; Monica Manfredini, dirigente Medico Riabilitazione Specialistica presidio di Pieve di Coriano Azienda Ospedaliera Carlo Poma; Marco Castagna, medico di medicina generale Distretto di Viadana Asl Mantova; Roberto Viganò responsabile Risorse Infermieristiche Ostetriche e personale di supporto Azienda Ospedaliera Carlo Poma; Nicola Ferrari, Fondatore Associazione Maria Bianchi; Rolando Paladini, direttore Struttura Complessa Anestesia e Rianimazione Azienda Ospedaliera Carlo Poma.

 


 



Pagina aggiornata al: 23 Maggio 2011