Dsm, lo Sportello Lavoro fa scuola

Lunedì il Dipartimento di Salute Mentale ha ricevuto una folta delegazione in visita-studio allo Sportello Lavoro (progetto innovativo tr. 27) . Guidavano il gruppo, composto da 15 persone: Mimmo Castronuovo dell’Azienda Ospedaliera Mellino Mellini di Chiari; Vittorio Ongaro, socio fondatore, e Sergio Vergallito presidente della cooperativa sociale Si Può di Darfo Boario; Adiana Bonu e Sergio Spandre, fotoassistenti sociali del Dsm dell'Asl di Valle Camonica. Dopo i saluti del direttore del Dipartimento di Salute Mentale Andrea Pinotti, del direttore della struttura di Psichiatria di Mantova Enrico Baraldi, di Maria Gloria Gandellini dell’Asl, gli operatori dello Sportello Lavoro, con il coordinatore Paolo Tortella, hanno illustrato il progetto sottolineato anche da alcune testimonianza di utenti dello Sportello Lavoro e l'azienda Navi Andes di Mantova.

Alcuni aspetti dell’attività hanno suscitato grande interesse e sono stati approfonditi con molte domande. In particolare, è stata apprezzata la continuità con cui vengono trattati i casi e l'interfaccia sempre presente dello Sportello con il servizio, punti difficilmente riscontrabili in altre realtà della Regione Lombardia, dove spesso gli inserimenti lavorativi avvengono attraverso agenzie o mancano di questi due fattori. Si è posto l’accento, inoltre, sulle tecniche di avvicinamento e di presenza nel mondo for profit che sono state per gli ospiti della Valle Camonica una "novità professionale" di operatori che normalmente lavorano nel sociale.


 



Pagina aggiornata al: 25 Maggio 2011