Colloqui con lo psicologo per le donne operate al seno. E le cure riabilitative crescono

Assistenza psicolologica alle pazienti colpite da tumore al seno. L’iniziativa è stata inserita nell’ambito del Gruppo multidisciplinare senologico attivatato dall’Azienda Ospedaliera Carlo Poma per fornire un percorso di cura che abbia al centro la globalità della persona. Prevede la collaborazione tra la Struttura di Senologia, diretta da Massimo Busani, e la Struttura di Psicologia, diretta da Andrea Benlodi, con le psicologhe Chiara Iridile e Alessia Sempreboni. Le donne colpite dal tumore al seno si trovano costrette ad affrontare importanti problematiche a carico dell'immagine corporea e della valutazione di sé. Per la carica simbolica che tale parte del corpo riveste, ogni intervento che ne modifichi l'aspetto altera la percezione che la donna ha di sé e può inibire le relazioni con gli altri, con indubbie ricadute sul piano psicologico. Il trattamento chirurgico del tumore al seno, che sia conservativo o demolitivo, rappresenta comunque un'esperienza critica per ogni donna e richiede la progressiva attivazione di risorse individuali atte a ristabilire un graduale riequilibrio psicofisico. In particolare le pazienti che affrontano un intervento di mastectomia vivono il timore di vedere irrimediabilmente modificata la loro immagine corporea e nella maggioranza dei casi sono afflitte da uno stato depressivo reattivo, a volte aggravato da ansia.

Dopo l'iniziale sollievo per il fatto che è possibile intervenire sul tumore percepito come “corpo estraneo”, subentra una pressante sensazione di privazione data dalla consapevolezza di quanto accadrà con il trattamento chirurgico. L'inevitabile modificazione del seno viene vissuta ed elaborata in maniera diversa per ogni donna e anche il solo abituarsi all'idea di avere la malattia può richiedere tempi differenti. L'iter chirurgico terapeutico deve essere atto in primis a risolvere il problema oncologico, ma deve anche consentire di riacquistare l'integrità di un'immagine corporea pre-esistente. Nel 2012 (da gennaio ad oggi) sono state operate 110 donne.

Il percorso in questione prevede un colloquio psicologico pre-operatorio a tutte le pazienti entro i 70 anni di età, salvo specifici casi in cui vi sia una richiesta diretta formulata dalla pz. al chirurgo. La presentazione dell'incontro con lo psicologo viene illustrato dal chirurgo come colloquio di preparazione all'intervento da effettuarsi nella stessa giornata degli altri accertamenti pre-operatori; i colloqui psicologici si effettuano al momento al Padiglione 5, ambulatorio 14. A conclusione del colloquio psicologico la paziente riceve una lettera illustrativa delle implicazioni che la malattia può avere e in cui vengono forniti i riferimenti per poter accedere in qualsiasi momento al supporto psicologico offerto. L’iniziativa prevede, infine, la partecipazione dello psicologo alla riunione multidisciplinare settimanale per la discussione dei casi già operati, insieme a chirurghi, oncologi, radioterapisti e anatomo-patologi.

L’assistenza psicologica è integrata dal servizio offerto dalla Struttura Cure Riabilitative di Mantova, diretta da Paolo Bovo, partito nel 2008 ma in corso di potenziamento e riorganizzazione. Prende in carico le donne sottoposte a intervento chirurgico che contempla lo svuotamento del cavo ascellare, la categoria più a rischio di sequele tra le quali limitazioni nell’uso dell’articolazione della spalla. Le donne vengono assistite attraverso un approccio riabilitativo (mobilizzazione dell’arto, eventuale linfodrenaggio) ed educazionale. Il primo contatto con le Cure Riabilitative può avvenire già prima dell’intervento, nel caso in cui la patologia presenti un interessamento dei linfonodi ascellari. La paziente incontra il medico fisiatra che decide quale sarà il progetto di riabilitazione e successivamente sarà indirizzata verso il fisioterapista di riferimento, a Mantova o nei presidi esterni a seconda della residenza. In un anno si trattano in media 50-60 donne, anche se il numero è in aumento.
 



Pagina aggiornata al: 23 Luglio 2012