Bambini in sovrappeso, educazione terapeutica di gruppo
 

L’Asl di Mantova, in rete con Azienda Ospedaliera Carlo Poma, pediatri di famiglia mantovani, Comune di Mantova e Istituto Comprensivo Mantova 1, partirà con la realizzazione del progetto “Interventi di educazione terapeutica al corretto stile di vita rivolti ai bambini in eccesso ponderale”. Si tratta della fase sperimentale di un percorso innovativo per il miglioramento del peso corporeo attraverso momenti pratico-teorici di gruppo realizzati, in questa prima fase, dal 16 marzo fino a settembre 2011 e che coinvolgono un numero preciso di bambini assistiti e selezionati dai pediatri di famiglia operanti nel Distretto Socio Sanitario di Mantova, sulla base di caratteristiche concordate in uno specifico protocollo.
In particolare, i destinatari dell’intervento sono bambini in eccesso ponderale con un’età compresa tra 6 e 10 anni. Al fine di contribuire e mantenere un buon controllo del peso e di importanti aspetti metabolici fondamentali per una crescita armonica, il progetto consiste nel far acquisire ai destinatari maggior consapevolezza rispetto all’importanza di una sana e corretta alimentazione ed un’attività fisica svolta in modo continuativo e proporzionata secondo le caratteristiche e le possibilità dei bambini e delle famiglie.
Il percorso consiste in 4 incontri tematici di gruppo tra genitori e bambini destinatari del progetto, preceduti da un incontro, individualizzato, nell’ambulatorio di auxologia pediatrica dell’Azienda Ospedaliera Carlo Poma di Mantova dove saranno illustrate nel dettaglio le azioni da svolgere, eseguite alcune semplici valutazioni (peso, altezza, pressione, circonferenze) e compilati due specifici questionari. Seguiranno momenti di verifica per sostenere il mantenimento delle sane abitudini acquisite.
Il Comune e la Scuola Pomponazzodi Mantova metteranno a disposizione del gruppo la cucina con la sala mensa dove verranno illustrati e sperimentati metodi salutari di preparazione dei cibi con un momento di degustazione finale dei piatti preparati. Le indicazioni per una corretta pratica di attività fisica per gli adulti e di attività sportiva per i bambini saranno forniti nel corso di una passeggiata in un parco della città.
 

Data la natura multifattoriale dell’obesità infantile e l’approccio di questo progetto fondato sull’educazione terapeutica, agli incontri tematici saranno presenti, unitamente agli esperti nutrizionista, pediatra e laureato in scienze motorie, anche uno psicologo e uno psicopedagogista a cui spetta il ruolo di contestualizzare il problema obesità nell’ambito educativo familiare e sul vissuto psicologico del bambino per evitare l’eccessiva focalizzazione verso l’alimentazione in quanto tale.
Si auspica che questo sperimentale e innovativo approccio nei confronti dell’adozione di corretti stili di vita, volto a contrastare il sovrappeso e l’obesità infantile, possa avere risvolti positivi nei confronti dell’impatto e dell’efficacia e possa perseguire gli obiettivi prefissati. Viene sottolineata anche l’importanza della rete collaborativa tra le diverse professionalità ed istituzioni che permette di realizzare le azioni progettuali e che, in questo caso, vede impegnati a vari livelli il Dipartimento Cure Primarie e l’Area Prevenzione Ambienti di Vita dell’Asl di Mantova, i pediatri di Famiglia del Distretto Socio Sanitario di Mantova, la Struttura Complessa di Pediatria dell’Azienda Ospedaliera Carlo Poma di Mantova, l’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Mantova e la Scuola Primaria Pomponazzo di Mantova.




 



Pagina aggiornata al: 16 Marzo 2011