LA MIA VITA IN TE CERCA NUOVI DONATORI: ARRIVANO CONTRIBUTI

Il progetto di sensibilizzazione alla donazione rivolto alla popolazione mantovana è tra i 160 premiati all'interno del BANDO VOLONTARIATO 2012 promosso da Co.Ge, CSV Lombardia e Fondazione Cariplo. I mantovani, campioni di solidarietà, ottengono 15 riconoscimenti dal Bando Volontariato


MANTOVA, 12 SETTEMBRE 2012 - La mia Vita in te è tra i progetti finanziati all'interno del Bando Volontariato 2012, iniziativa lanciata in partnership dal Comitato di Gestione del fondo speciale per il Volontariato della Regione Lombardia, dai Centri di Servizio per il Volontariato Lombardo e dalla Fondazione Cariplo a sostegno dei progetti di volontariato sul territorio lombardo. La somma a disposizione per i candidati era di due milioni e mezzo di euro, distribuita a un totale di 160 progetti premiati. La mia Vita in te, che ha ottenuto un contributo di 17.385 di euro, ha conseguito il riconoscimento del bando insieme ad altri 14 progetti di realtà di volontariato mantovane. Un fatto che testimonia la vivacità del terzo settore mantovano, nonché il grande impegno ed entusiasmo che contraddistingue i cittadini di questa provincia impegnati in iniziative di solidarietà.

La mia Vita in te mette in rete le associazioni del dono ABEO, ADMO, AIDO e AVIS, con ASL Mantova, Azienda Ospedaliera Carlo Poma, Ufficio Scolastico Territoriale, Provincia di Mantova e CSVM. L’obiettivo è promuovere la cultura della donazione di midollo osseo, cellule staminali, sangue, tessuti e organi. Si tratta della prima esperienza in Italia che vede la collaborazione, in un unico progetto, di tanti soggetti diversi.

Le prime fasi del progetto, attivato nel 2011, hanno previsto la realizzazione di un tavolo istituzionale composto dai soggetti aderenti con compiti di progettazione e coordinamento. Le iniziative finora realizzate sono state:

> Percorsi formativi e informativi rivolti agli studenti degli ultimi due anni delle scuole secondarie di 2° grado (giovani tra i 17 e i 19 anni) di Mantova e Provincia,con l’obiettivo di stimolare la riflessione in tema di salute e responsabilità civile attraverso gli argomenti legati alla donazione.
> Realizzazione di una campagna di comunicazione, che ha previsto la diffusione di locandine e brochure negli ambienti sanitari dell’ASL e dell’Azienda Ospedaliera, al fine di sensibilizzare la popolazione sulla tematica del dono (ambulatori medici di famiglia, sale di attesa, consultori, ecc.)
Il progetto che ha concorso al Bando Volontariato 2012 terminerà il 30 settembre 2013. Gli obiettivi specifici sono:

> Coinvolgimento degli operatori sanitari - Medici e altri professionisti del settore che operando sul territorio sono i canali privilegiati per diffondere informazioni alla popolazione e reclutare nuovi donatori.
> Coinvolgimento delle reti associative locali - aderenti al circuito Admo, Abeo, Avis, Aido;
> Coinvolgimento delle istituzioni scolastiche – Anche per l’anno scolastico 2012/2013 è previsto il coinvolgimento degli Istituti Scolastici di secondo grado. E sarà avviato inoltre un progetto sperimentale con un Istituto Comprensivo che prevede la realizzazione di un percorso di classe guidato dall’utilizzo di una specifica favola che avvicina al tema del dono anche i bambini più piccoli;
> Sostegno alla rete con lo scopo di evitare la frammentarietà e dare origine a iniziative condivise, che sfruttino le energie e le risorse di Enti e Associazioni;
> Avvicinamento al volontariato - Coinvolgimento di consulte che si rendano disponibili alla diffusione del progetto e attivazione di nuovi volontari;
> Campagna di sensibilizzazione attraverso la distribuzione sul territorio di materiale informativo, pubblicazioni di interventi sulla stampa e sui siti internet e organizzazione di incontri territoriali di formazione e sensibilizzazione.

 



Pagina aggiornata al: 12 Settembre 2012