Cure Palliative, grazie a Piaggio medici in scooter a domicilio

Rapidità d’intervento e sicurezza sulla strada. Sono stati presentati oggi gli scooter Mp3 donati dal Gruppo Piaggio all'Azienda Ospedaliera Carlo Poma. L'iniziativa è realizzata al fine di migliorare la tempestività degli interventi sul territorio da parte dei professionisti della Struttura Cure Palliative.
foto“Ringrazio il Gruppo Piaggio con il presidente Roberto Colaninno – ha dichiarato il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Luca Stucchi – questi mezzi permetteranno al nostro personale di muoversi più comodamente in città. Colgo l’occasione per esprimere la mia gratitudine anche ai professionisti delle Cure Palliative che svolgono ogni giorno, con competenza e dedizione, una professione così delicata”.
 

Il presidente e amministratore delegato Colaninno non ha potuto partecipare all’iniziativa. In rappresentanza della società Stefano Sterpone, direttore commerciale Emea, e Francesco Delzio, direttore relazioni esterne. Sterpone ha precisato: “Parliamo di due ‘unicità’ tutte italiane. Innanzitutto il tipo di veicoli, creati solo da Piaggio, con caratteristiche di stabilità e dinamicità. E’ unico, poi, questo esperimento di mobilità a favore dei malati, realizzato con l’Azienda Ospedaliera”. Soddisfatto anche il direttore della Struttura Cure Palliative Luciano Orsi: “Questi mezzi renderanno più facile un lavoro di per sé estremamente difficile”.

Questi veicoli vanno ad aggiungersi alle 10 automobili già a disposizione del personale per il servizio domiciliare. Nel 2010 la Struttura Cure Palliative dell’Azienda Ospedaliera Carlo Poma ha registrato 335 ricoveri nell’Hospice per malati terminali. Altri 230 pazienti sono stati seguiti a domicilio.



Pagina aggiornata al: 27 Luglio 2011