Gemellaggio, delegazione Canadese a Mantova e a Bozzolo

Continuano gli scambi di professionisti tra Azienda Ospedaliera Carlo Poma e Ospedale Santa Cabrini di Montréal (Canada), nell’ambito del gemellaggio siglato l’anno scorso. A partire da oggi, una delegazione canadese visiterà alcune strutture dell’Azienda Ospedaliera. L’incontro di apertura dei lavori si è tenuto questa mattina in Direzione Generale, alla presenza del direttore amministrativo Anna Gerola in rappresentanza della Direzione Strategica dell’Azienda Ospedaliera Carlo Poma di Mantova e di un gruppo di dirigenti, con la presentazione di un programma sostenuto: si partirà con una visita alla Geriatria, che ha visto l’attivazione del protocollo sull’Orto Geriatria, e al servizio di Continuità Assistenziale. Domani mattina, la delegazione si sposterà nel presidio riabilitativo di Bozzolo e, nel pomeriggio, visiterà la Fondazione Mazzali, in particolare il Nucleo Alzheimer. Il confronto fra i professionisti mantovani e i colleghi canadesi avverà inoltre sulle cure domiciliari, sui programmi di screening (colon retto e Papilloma Virus), sulla Radioterapia, sulla Psicologia Clinica, sulle Cure Palliative e sulla Farmacia.
 

Il gemellaggio punta al miglioramento gestionale e organizzativo in ambito sanitario e rientra tra i progetti di Sanità Internazionale per l’anno 2010 approvati da Regione Lombardia e indirizzati ai Paesi in via di sviluppo ed economia di transizione nonché ai sistemi sanitari avanzati. Principale obiettivo del sodalizio è la creazione strutturata di una rete di conoscenze e competenze per apportare migliorie alle prestazioni sanitarie mediante il contributo delle esperienze delle due strutture. La delegazione di Montréal, che ripartirà giovedì, è composta dal Commissionario Locale ad interim dei Reclami e della qualità dei servizi Angela Novembre, dalla Responsabile delle Cure Assistenziali Centro Dante Nadine Zeidane, dal Consigliere delle Cure Palliative Manon Labine e dalla Psicologa del Dipartimento di Oncologia Clinica Esterna Rosangela Chiarappa. Il progetto, presentato in Regione Lombardia il 27 luglio 2010, è stato apprezzato per la concretezza che lo contraddistingue, la dinamicità e per l’apertura a futuri nuovi ambiti di intervento (nella foto l'incontro di apertura dei lavori con il direttore amministrativo dell'Azienda Ospedaliera Anna Gerola).

foto



Pagina aggiornata al: 16 Maggio 2011