Maxi emergenza: esercitazione con 118, esercito e Croce Rossa

Nei giorni scorsi al Poma si è tenuta un’esercitazione di maxi emergenza con massiccio coinvolgimento di civili. L’esercitazione, che simulava un disastro per incidente di tipo chimico industriale, ha visto il coinvolgimento dell’Esercito Italiano, del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana del III Centro di Mobilitazione, dei volontari della Croce Rossa Italiana della sezione provinciale di Mantova, del personale della centrale operativa della Aat 118 di Mantova e del personale medico del Dipartimento Emergenza-Urgenza dell’Azienda Ospedaliera Carlo Poma.
 
 
 
 

L’esercitazione prevedeva l’evacuazione e il ricovero di feriti e intossicati al Pronto Soccorso del Poma. Nelle adiacenze della struttura, i volontari della Cri hanno allestito un Pma (Posto medico avanzato di II^ livello). Questa iniziativa ha premesso al Dipartimento Emergenza-Urgenza dell’Azienda Ospedaliera Carlo Poma di testare le sue capacità di risposta in applicazione a quanto previsto dal Pemaf aziendale (piano di emergenza e massimo afflusso feriti). Il Pronto Soccorso, attraverso i mezzi del 118 e del corpo militare della Cri, si è occupato della virtuale presa in carico dei codici rossi e gialli, provenienti dalla scena dell’incidente, affetti da patologie di intossicazione acute e da traumatismi da esplosione. Il 118 ha inoltre coinvolto i pazienti a minor codice di gravità su altri ospedali della provincia.

L’esercitazione ha consentito di identificare dinamiche, afflussi e criticità operative che, nelle prossime settimane, saranno oggetto di valutazione per permettere alla struttura sanitaria nel suo complesso di far fronte, in maniera efficiente, a situazioni di calamità. L’esperienza ha messo in luce anche la sinergica capacità di diversi enti e strutture di rispondere a tipologie di incidenti di rilievo e l’intento di proseguire tali forme di collaborazione nel futuro prevenendo il coinvolgimento di altre realtà istituzionali.

Hanno partecipato all’esercitazione Mario Luppi, Direttore del Dipartimento-Emergenza Urgenza, Ivano Giacomini, Medico della Struttura Complessa di Medicina d'Urgenza, Gian Paolo Castelli, Responsabile Aat 118 di Mantova, Gino Tosi, Coordinatore Infermieristico Aat 118 di Mantova, il corpo militare dell’Esercito Italiano, il Corpo Militare della CRI e una squadra del III Centro di Mobilitazione, i volontari della Cri di Suzzara, sezione provinciale di Mantova.

 

foto ps nuova



Pagina aggiornata al: 02 Novembre 2010