Qualità terapeutica, il centro Tao del Poma tra i migliori d'Italia

Al Servizio Immunotrasfusionale diretto da Enrico Capuzzo è operativo il Centro per la sorveglianza della terapia antitrombotica. L’ambulatorio provvede al monitoraggio delle terapia anticoagulante (TAO) per svariate patologie, principalmente fibrillazione atriale, trombosi venose e arteriose, valvole cardiache meccaniche, cardiopatie dilatative. Svolge inoltre consulenza per le complicanze emorragiche e trombotiche durante la terapia anticoagulante, la sospensione della terapia in prossimità di interventi chirurgici, le coagulopatie, le diatesi emorragiche. Il centro è inoltre iscritto alla Federazione Centri per la diagnosi della trombosi e la Sorveglianza delle terapie antitrombotiche (FCSA centro n° 287).
 
L’ambulatorio è attivo dal 2001 ed è stato organizzato da Carlo Bonfanti che ne è il medico responsabile. Il centro TAO riceve circa 100 pazienti al giorno per i quali viene elaborata la terapia entro un’ora e mezza dal prelievo di sangue valutando il valore dell’INR effettuato dal Laboratorio di analisi cliniche dell’Azienda Ospedaliera Carlo Boma, diretto da Franco Manzato. Buona parte dei pazienti può ricevere su richiesta il referto via fax o mail.
 
Nel 2009 l’ambulatorio ha effettuato circa 23.000 visite mediche brevi. Nello stesso anno ha partecipato al controllo di qualità terapeutica organizzato da FCSA (Federazione centri per la diagnosi della trombosi e la sorveglianza delle terapie antitrombotiche) assieme agli altri 250 centri analoghi presenti in Italia. Il controllo di qualità terapeutica valuta: la percentuale di INR in range terapeutico e il tempo che i pazienti vengono mantenuti in range terapeutico. Per il primo parametro il centro mantovano è risultato secondo a pari merito con altri quattro centri dei 250 partecipanti; per il secondo parametro si è piazzato quinto a pari merito con altri quattro centri dei 250 partecipanti.
 


Pagina aggiornata al: 30 Settembre 2010