Una giornata per combattere le allergie al veleno degli imenotteri

Il 19 giugno si terrà a Mantova, all’Hotel La Favorita, il Venom Allergy Day, il congresso del Nord Est Allergy Network (NEAN) sull’allergia al veleno degli imenotteri organizzato dalle strutture di Allergologia e Pneumologia dell’Azienda Ospedaliera Carlo Poma. Il NEAN è una rete di ricerca sulla patologia allergica che vede coinvolti centri di eccellenza di Lombardia, Veneto ed Emilia e Mariaterese Costantino, medico dell’Azienda Ospedaliera Carlo Poma di Mantova, è tra i coordinatori.
In campo allergologico, accanto alle più comuni e note allergopatie respiratorie (asma e rinite), un aspetto rilevante è rappresentato dalle reazioni allergiche scatenate da punture di insetti, soprattutto di imenotteri. Infatti oltre alle più comuni reazioni locali estese, si segnalano con sempre maggiore frequenza reazioni anafilattiche, potenzialmente a rischio di vita, causate da punture di api, vespe e calabroni.
L’allergia al veleno di imenotteri è molto più diffusa nella popolazione di quanto non si creda e ogni anno anche in Italia si registrano almeno una decina di decessi. Il convegno ha come obiettivo il confronto tra esperti provenienti da tutt’Italia per fare il punto della situazione alla luce delle più recenti acquisizioni scientifiche.

 

Scarica il programma
Una certezza è che l’immunoterapia (comunemente definita vaccino) con veleno di imenotteri, a distanza di più di 30 anni dalla sua messa a punto, si conferma efficace e sicura. Altro punto fondamentale è che chi ha avuto l’esperienza di una reazione alla puntura di api, vespe o calabroni deve essere valutato in ambiente specialistico per poter attuare le misure di prevenzione. A questo scopo l’Azienda Ospedaliera Carlo Poma ha definito un percorso intraospedaliero per l’anafilassi in collaborazione con il Dipartimento di Emergenza-Urgenza diretto da Mario Luppi.


 



Pagina aggiornata al: 16 Giugno 2010