Musica e prevenzione per la giornata del malato oncologico

Domenica 6 giugno, nel rispetto di una tradizione che vuole porre in evidenza la centralità dei pazienti affetti dalla particolare patologia, sarà celebrata a Mantova, come lo scorso anno, la Giornata nazionale del malato oncologico. Nell’ottica di tale direttiva lo Iom, unitamente all’Abeo e all’Ail, al direttore della struttura complessa di Oncologia Enrico Aitini e alla direzione dell’Azienda Ospedaliera Carlo Poma e dell’Asl  organizzerà una manifestazione da proporre ai cittadini mantovani.
In Italia il numero di nuovi casi di tumore è in aumento, ma l’introduzione di efficaci terapie e programmi di screening che hanno decisamente migliorato la prognosi hanno determinato da una parte una progressiva e costante riduzione della mortalità e dall’altra il rilevante e progressivo aumentodel numero di persone con un passato oncologico. Si stima che in Italia nel 2010 queste persone saranno circa 2 milioni; praticamente ogni famiglia del Paese è direttamente o indirettamente coinvolta con la patologia e giorno per giorno apprende che con il tumore si può convivere.
Una giornata per ricordarlo a tutti: chi nella sua vita incontra o ha incontrato la malattia ha diritto a un ruolo di primissimo piano nella battaglia principale, quella che ha come posta in gioco la vita. Non una celebrazione compassionevole, dunque, ma un richiamo per tutta la comunità a rifletteresui molti problemi di malati, ex malati e familiari e su una condizione che modifica profondamente l’intera esistenza.Un momento anche per affermare che la patologia deve essere affrontata con il carico di speranza che i nuovi sistemi di cura e i progressi della ricerca pongono a disposizione dei pazienti, come testimoniano i dati sopra riportati.
Tale manifestazione a Mantova è inserita nel novero degli eventi predisposti  dal Coni-Miur, nell’ambito della Giornata Nazionale dello Sport in piazza, e questa è la testimonianza della profonda sensibilità dei dirigenti provinciali che hanno voluto così sottolineare come un sano stile di vita sia un primo e fondamentale strumento di prevenzione.In questaoccasione le amministrazioni pubbliche e gli organismi di volontariato sono stati invitati a sostenere idonee iniziative di sensibilizzazione e solidarietà e di informazione sui problemi della persona malata di cancro.
In linea di massima la giornata prevede la pubblicizzazione dell’attività di screening, delle iniziative di prevenzione, degli stili di vita, con la distribuzione di materiale informativo che verrà effettuata dallo Iom, unitamente all’Abeo e all’Ail che saranno presenti in Piazza Erbe con un gazebo, nonché propri volontari e medici delle varie associazioni. La giornata si concluderà alle 18.30 con un concerto che vedrà esibirsi un gruppo di medici musicisti sull’apposito palco, nei pressi della Torre dell’Orologio di  Piazza Erbe. 


Pagina aggiornata al: 28 Maggio 2010