AL TEATRO D'ARCO VA IN SCENA 'ASSENZE'

9, 10, 15, 16, 22, 23 e 24 febbraio | sabato alle 20,45 -  domenica alle 16
Teatrino d'Arco - Piazza d'Arco 2, Mantova

 

Assenze

Una pièce commovente, che racconta l’Alzheimer con i suoi fantasmi, le sue paure, i suoi sentimenti e desideri contrastanti. Torna anche quest’anno al Teatrino d’Arco (Piazza d’Arco 2 a Mantova), con il patrocinio dell’ASST di Mantova Assenze, opera di Peter Floyd rappresentata dalla Compagnia Campogalliani. Lo spettacolo è in calendario il 9, 10, 15, 16, 22, 23 e 24 febbraio (il sabato alle 20,45, la domenica alle 16; domenica 17 spettacolo annullato). Il lavoro, tradotto da Antonia Brancati, è una novità assoluta per l’Italia.

Si tratta della storia di Helen Bastion, matura matriarca con una volontà di ferro. Anche se in famiglia i rapporti sono difficili per l’infaticabile azione di controllo su tutto e tutti da parte della donna, emerge in questo lavoro una dichiarazione di amore alla vita. Compaiono i primi vuoti di memoria, all’inizio negati, in seguito mascherati, ma poi inevitabili e dirompenti. Dice la protagonista, interpretata da un’eccezionale Francesca Campogalliani: “Pensi che mi lascerò andare facilmente? Io lotterò fino alla fine”. Lo spettatore vede la malattia dal punto di vista di Helen, ossia nella sua “inafferrabile, odiata e infine amata condizione”.
La forza del testo, si legge nelle note di regia – “sta nella capacità di proiettare lo spettatore all’interno di una vicenda che per sua natura è cruda, disarmante ma anche affascinante”.

Peter Floyd vive a Boston, dove Absence è andato in scena nel 2014 al Boston Plywrights Theatre riscuotendo notevole successo, dopo avere vinto numerosi premi. La pièce va in scena a Mantova con la regia di Mario Zolin. Posti numerati, per i dipendenti dell’ASST di Mantova il biglietto ha un prezzo ridotto di 13 euro.

 

>> Scarica il programma di sala



Pagina aggiornata al: 01 Febbraio 2019